icona aggregazione e protagonismo giovanile icona produzione artistica e culturale

Il KULTURZENTRUM SCHLACHTHOF di Brema

Incubatore artistico-culturale autogestito in un ex mattatoio

Lo spazio e la sua storia

Il KULTURZENTRUM è un ex mattatoio di proprietà del Comune dismesso nel 1977, si trova nel cuore della città di Brema. La costruzione degli edifici risale al 1882 mentre la demolizione - con l'eccezione della torre, della Kesselhaus e dei magazzini – si è conclusa nel 1981. Gli spazi che sono stati risparmiati annoverano una superficie costruita di 1.836 mq e uno spazio aperto di 3500 mq.

Questi spazi sono stati occupati nel 1978 da un gruppo di giovani che, con lo scopo di fondare un centro culturale per la città di Brema, nel 1979 hanno costituito la SCHLACHTHOF CULTURAL SOCIETY. L’associazione, grazie alle sue attività, è riuscita a preservare una parte dei vecchi edifici, ad aggiungere nuovi elementi architettonici e a trasformare il sito in un luogo per la cultura, per la musica, per il teatro e per la danza. Dopo quindici anni di contrattazione, la SCHLACHTHOF CULTURAL SOCIETY ha ottenuto l’affitto gratuito dello spazio da parte del Comune e ha fondato un’associazione no-profit che ancora oggi gestisce gli spazi. La struttura è stata recuperata dagli occupanti stessi, in seguito sia i progetti di adeguamento dei servizi sanitari sia l’inserimento di attrezzature ad hoc sono stati sponsorizzati dalla pubblica amministrazione.

Funzioni sociali e attività Il KULTURZENTRUM rappresenta un incubatore artistico-culturale per la città di Brema, in quanto raccoglie idee e promuove iniziative per facilitare l’attivazione di progetti.Il centro si propone come progetto di salvaguardia di uno spazio industriale come occasione per la comunità locale di esprimere progetti culturali e artistici fuori dai canali istituzionali. Gli obiettivi del centro possono essere raggruppati in tre tipologie di azioni che ilKULTURZENTRUM svolge:

  1. supporto e sostegno diartisti esordienti nel campo della musica, del teatro e dei media;
  2. promozione di un programma culturale ricco di attività per diverse tipologie di destinatari;
  3. offerta di spazi per stage ed eventi, infrastrutture e servizi per i professionisti e gli amatori dell’arte.

All’interno della struttura sono presenti spazi ricreativi aperti al pubblico (un Bar e un Ristorante con la possibilità di ospitare fino a 150 posti); la Kesselhalle (una hall di 455 mq con la possibilità di ospitare 500 posti seduti e 1.100 in piedi), dove si svolgono gli eventi teatrali, i concerti e le feste; il Magazinkeller (uno spazio seminterrato di 200 mq che può ospitare 250 persone) usato per i concerti, per le feste, per i seminari e le esibizioni; la Magazinboden (uno spazio di 98 mq con 80 posti a sedere) usato per dibattiti, seminari, opere teatrali, concerti acustici; il Turm Ebene II e il Turm Ebene III (rispettivamente di 90 mq ciascuno, contengono 80 posti a sedere) usati per performance e esibizioni; l’Arena, progettata come un anfiteatro con 300 posti a sedere, viene usata per concerti e performance ed è situata dietro l'edificio principale, di fronte al Bürgerweide (grande piazza); laboratori di registrazione per le band musicali; diverse office rooms; uno spazio editoriale Zett (si sviluppa su due livelli di 50 mq e si trova all'ultimo piano della torre). All’esterno è stata realizzata una pista da skating che durante i mesi estivi ospita eventi internazionali come Old School Skateboard.

Contenuti creativi e forme organizzative

Lo SCHLACHTHOF nasce in un contesto politico e culturale in forte cambiamento, tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80 l’intera Germania è stata investita da un processo di deindustrializzazione che offre alle città spazi dove incrementare pratiche artistiche, sociali e politiche. In un contesto dinamico come quello di Brema in quegli anni , la Municipalità ha svolto un ruolo importante nel processo di accordo e di contrattazione concedendo l’affitto gratuito e promuovendo economicamente iniziative e progetti, ma soprattutto la presenza attiva della comunità locale nel partecipare alle iniziative e alle attività proposte ha permesso alla SCHLACHTHOF CULTURAL SOCIETY di organizzare un programma complesso e articolato che ha supportato la creazione di un ente no-profit per la gestione del centro.

Lo SCHLACHTHOF è stato gestito su base volontaria fino a quando il governo ha modificato la sua politica nei confronti dell'occupazione dello spazio, difatti nel 1994 il centro è stato ufficialmente inserito nel bilancio culturale della città di Brema.I progetti e le attività vengono sviluppati attraverso cooperative di gestione, il centro si sostiene economicamente attraverso contributi finanziari da parte della pubblica amministrazione e grazie alle entrate relative ad alcune attività svolte al suo interno (concerti, feste, seminari ed eventi sportivi).Grazie all’intervento pubblico e all’attivazione di progetti economicamente redditizi, oggi il centro ha 16 persone impiegate permanentemente, 3 tirocinanti e 9 ulteriori posti di lavoro finanziati attraverso altri fondi.

Fonti

www.schlachthof-bremen.de

www.artfactories.net

www.teh.net